Rhapsody in blue

sabato 27 febbraio 2010

Bologna :è morto Adriano Baroni

Con lui se ne va un pezzo di jazz

Era molto noto a Bologna, soprattutto per avere fondato nell’88 un jazz-club intitolato al trombettista Chet Baker, allora appena scomparso.
Adriano Baroni, originario di Scandiano (Reggio Emilia), è morto ieri a 76 anni, portato via da una lunga malattia.
L’idea avuta era quella di un locale che unisse la musica alla gastronomia della tradizione bolognese.
Non a caso lo stesso Baroni era un ottimo cuoco, e decise di aprire il jazz-club insieme ad Alberto Alberti (scomparso tre anni fa), suo grande amico, organizzatore negli anni Sessanta dello storico festival jazz di Bologna.
Dal club, gestito con i figli Marco e Gilberto e ceduto lo scorso agosto, sono passati alcuni dei più importanti jazzisti americani, da Archie Shepp, Julian Adderley finoa Steve Grossman e Phil Woods, oltre a tutti i jazzisti italiani più noti.
A Baroni si deve anche la riscoperta una decina di anni fa di Nicola Arigliano che chiamò per svariati concerti.
I funerali si terranno domani alle 15 alla Certosa di Bologna.

Nessun commento: