Rhapsody in blue

venerdì 23 aprile 2010

KAUNAS: la "petite" Paris




Lituania, Kaunas: la piccola Parigi
di Anna Maria De Luca
La città vecchia si trova su una penisola alla confluenza di due fiumi. Enorme il patrimonio culturale e moltissime le attrazioni culturali: arte, jazz, folklore


Da maggio la Lituania sarà più vicina: si potrà volare a sette euro da Bergamo a Kaunas, la seconda città del Paese, nota all'inizio del XX ° secolo, come la "piccola Parigi".
La città vecchia sorge su una penisola alla confluenza dei due fiumi, Nemunas e Neris, a circa 100 km a ovest della capitale Vilnius.
Una buona occasione per esplorare il patrimonio culturale di questa città che è stata anche capitale della Prima Repubblica lituana e che col tempo è diventata un centro di affari e di industria, ma che conserva un volto giovane grazie ai 35mila studenti universitari che affollano strade e locali. Arte, concerti e fiere.
Decine e decine di musei (dove si trovano opere di Rubens, Raffaello, Goya), otto teatri, sette parchi, gallerie d'arte e chiese ma anche spazio creativo per i partenariati e la cooperazione.
Ogni anno la città rinasce in primavera con fiere d'arte popolare, concerti e tanti appuntamenti culturali.
Per raggiungere Kaunas ci sono due autostrade principali: l'autostrada A1 Vilnius - Kaunas – Klaipeda, che è un collegamento tra la capitale Vilnius e Klaipeda Seaport, e la Via Baltica (strada E67) che conduce alla Polonia e fa da collegamento tra i paesi nordici e l'Europa centrale e occidentale.
L'isola pedonale in festa.
A Kaunas domina l'architettura gotica, razionalismo e funzionalismo, torri, fortezze.
A maggio, per il compleanno della città, si festeggia il "Kaunas City Day", una festa di tre giorni (18, 19 e 20) che riunisce persone provenienti da tutte le regioni.
La storia di questo evento risale al 1463, quando Kazimieras Jogailaitis rinnovò e ampliò i privilegi della città, oggi conservati negli archivi di San Pietroburgo e di Kaunas City Hall. Durante la festa la via pedonale Viliaus Gatve che conduce, attraverso la città vecchia, alla maestosa Piazza Rotuses – il cuore di Kaunas - si accende di costumi, bancarelle, teatri, processioni, concerti, fiere e tanto altro ancora.
Jazz e cose diaboliche.
Per chi cerca qualcosa di strano, è da visitare il Museo Devils, l'unico al mondo dedicato “ alle cose diaboliche”.
Per gli amanti del mondo fantastico e surreale un giro nel Museo d'Arte Moderna per esplorare il movimento Fluxus legato al nome dell’artista lituano George Maciunas.
E poi i festival: per la musica classica il Pa¿aislis Festival, riconosciuto a livello internazionale, che si tiene in prossimità del lago di Kaunas, nel monastero Pa¿aislis, capolavoro barocco; per la musica jazz il festival annuale internazionale "Jazz Kaunas" che attira artisti famosi da tutto il mondo.
E altri Festival.
E ancora: il Festival Internazionale della Gioventù della Musica, l'International Grand Piano Ensemble del Festival, Festival Internazionale di Musica sacra ("Cantate Domino"), il festival dell’operetta nel castello di Kaunas e la tradizionale festa di Campagna orchestre ("Grok, Jurgeli!").
Da visitare .
In città c'è Kauno Pilis (restano alcune parti della fortezza originaria costruita nell’XI secolo come avamposto contro i Cavalieri Teutonici), la Cattedrale e il Rotušė (il municipio) detto il “cigno bianco” del 1542: si trova in una pittoresca piazza quadrangolare e viene usato anche per cerimonie e come edificio di rappresentanza.
E poi il monastero dei gesuiti, la Casa del Tuono, Vytautas Chiesa, Vilnius Street, Laisves Avenue, il monumento a Vytautas il Grande, Vienybės (Solidarietà) Square, la Chiesa della Resurrezione, simbolo di libertà e indipendenza.
Kaunas offre poi la possibilità di un’esplorazione nel mondo della birra riconosciuta tra le migliori al mondo.
articolo prosegue ... Successiva

Fonte http://viaggi.repubblica.it/articolo/lituania-kaunas-la-piccola-parigi/220967

Nessun commento: