Rhapsody in blue

domenica 16 maggio 2010

Il settetto EPTAGROOVE si aggiudica il Premio delle Arti 2010


La concorrenza era di alto livello, ma alla fine gli Eptagroove ce l'hanno fatta.
Al teatro Verdi di Salerno hanno ottenuto il Premio delle Arti 2010 per la categoria jazz.
Un riconoscimento, oltre che per il gruppo, anche per il conservatorio Venezze di Rovigo, di cui i giovani sono allievi
Rovigo - Un vero e proprio trionfo per il settetto rodigino Eptagroove, interamente formato da allievi del dipartimento di musica jazz del conservatorio Venezze che si sono aggiudicati il Premio delle arti 2010 per la categoria jazz.
La formazione, guidata da Marco Tamburini, era formata da Davide Agnoli (sassofono), Francesco Ganassin (clarinetto), Hugo De Leon (tromba), Attilio Pisarri (chitarra), Aisha Ruggieri (pianoforte), Mauro Bonaldo (contrabbasso) e Lorenzo Bonucci (batteria).
Promosso dalla direzione generale per l’alta formazione artistica e musicale del Miur, il riconoscimento rappresenta ormai da sette anni il più importante appuntamento del settore: le migliori formazioni dei conservatori e degli istituti musicali pareggiati d’Italia si sfidano in un concorso di alto livello, ospitato quest’anno dal teatro Verdi di Salerno.
Alla kermesse hanno partecipato sette gruppi provenienti dai Conservatori di Roma, Napoli, Rovigo, Reggio Calabria, Messina, Frosinone e Bologna che sono stati valutati da una giuria di prim'ordine composta, tra gli altri, dai fratelli Deidda, Francesco D'Errico e Aldo Farias.
Superati i timori reverenziali della prova eliminatoria in cui hanno eseguito Due di Aisha Ruggieri, Con Alma e Syeeda arrangiati rispettivamente da Agnoli e De Leon, gli Eptagroove si sono imposti alla prova finale con Nativa di Ganassin, Finzioni di Pisarri e l'arrangiamento curato da Mauro Bonaldo di Bohemia After Dark scritto da Oscar Pettiford.
Sbaragliati i gruppi concorrenti, gli Eptagroove hanno dimostrato un alto livello di preparazione artistica che conferma il dipartimento jazz del Venezze come uno dei migliori d'Italia e ne fa uno dei fiori all'occhiello dell'istituzione musicale rodigina.
Il 6 luglio prossimo i vincitori parteciperanno alla cerimonia di premiazione che si terrà a Roma.

Nessun commento: