Rhapsody in blue

martedì 26 ottobre 2010

Pescara : Jazz‘n'Fall 2010.

A Pescara dal 27 al 29 ottobre

Ospiti
Dado Moroni Trio "An Oscar for Peterson", Paolo Palopoli & Sergio Forlani "Etnodie", Cristina Zavalloni "Idea", Barbara Dennerlein, Vijay Iyer Trio
Programma:
Mercoledì 27 ottobre
Auditorium Flaiano
ore 21
Dado Moroni Trio "An Oscar for Peterson"
Dado Moroni, pianoforte
Giuseppe Mirabella, chitarra
Aldo Zunino, contrabbasso

Paolo Palopoli & Sergio Forlani "Etnodie"
Paolo Palopoli, chitarra
Sergio Forlani, pianoforte
Rocco Di Maiolo, sax
Emiliano De Luca, basso
Enrico Del Gaudio, batteria

Giovedì 28 ottobre
Auditorium Flaiano
ore 21
Cristina Zavalloni "Idea"
Cristina Zavalloni, voce
Stefano De Bonis, pianoforte
Antonio Borghini, basso
Cristiano Calcagnile, batteria


Venerdì 29 ottobre
Auditorium Flaiano
ore 21
Barbara Dennerlein
Organo Hammond

Vijay Iyer Trio
Vijay Iyer, pianoforte
Stephan Crump, basso
Marcus Gilmore, batteria

Jazz‘n'Fall 2010.
Come ogni festival che si rispetti, anche Jazz'n'Fall offre punti di vista e esperienze diverse intorno alla musica. L'edizione 1010 si apre con il trio di uno dei più grandi pianisti italiani, il genovese Dado Moroni (1962).
Bambino prodigio dagli interessi onnivori, che vanno dallo stride piano al jazz moderno, Moroni debutta come professionista a soli 14 anni, incide il suo primo disco a 17 e si impone rapidamente come uno dei pianisti più brillanti del mainstream italiano. Le collaborazioni con i grandi del jazz nazionale e internazionale si moltiplicano, tra cui tanti trombettisti, da Gillespie a Hubbard a Harrell a Marsalis. Pianista dal tocco robusto e dalla fantasia esuberante, strumentista virtuoso e improvvisatore logico dallo swing contagioso, Moroni è l'interprete ideale di un omaggio a Oscar Peterson, di cui è una sorta di ideale allievo, sebbene con una sua spiccata personalità.
Il gruppo Etnodie è diretto dai napoletani Paolo Palopoli (1976) e Sergio Forlani (1956), rispettivamente chitarrista e pianista di un gruppo che, nel segno del jazz e sotto l'influenza di Pat Metheny, cerca di sintetizzare diverse musiche etniche, nell'ottica di un recupero di tradizioni popolari a volte a rischio di estinzione.
Ancora più ampio l'universo espressivo di Cristina Zavalloni (1973), che spazia dalla musica contemporanea - di cui lei è interprete apprezzata e conosciuta nel mondo - al jazz al teatro musicale. Al tempo stesso compositrice e animale da palcoscenico, la Zavalloni possiede capacità interpretative rare che la portano ad affrontare con successo e disinvoltura Berio e Charles Aznavour, che è il cuore del suo nuovo progetto con il quartetto IDEA, in cui la Zavalloni propone nuovi arrangiamenti dei classici del grande cantante francese insieme a sue composizioni. La sua voce, flessibile e cangiante, mai esente dall'ironia, è un caleidoscopio di colori temperati da una efficace presenza scenica. Il tutto congegnato in complessi arrangiamenti per un affiatato trio di formidabili musicisti, capaci di comunicare un palpabile divertimento mentre sciorinano una musica vitale.
La tedesca Barbara Dennerlein (1964), nativa di Monaco, è una delle rare donne organiste del jazz. Emersa alla metà degli Ottanta, si è rapidamente imposta nel jazz internazionale per il suo stile esuberante e spettacolare e si è anche cimentata con successo con l'organo a canne.
Vijay Iyer (1971) è probabilmente il più importante giovane jazzista della scena internazionale. Figlio di immigrati indiani, attivo anche come saggista nel campo della psicologia e delle neuroscienze musicali, Iyer è cresciuto musicalmente a fianco di Steve Coleman e Roscoe Mitchell ed ha studiato a fondo la tradizione musicale indiana. Con il suo trio ha sviluppato un concetto innovativo, basato su una originale redistribuzione dei timbri e dei ruoli e su forme cicliche, che ha conquistato la critica e il pubblico per il suggestivo impatto emotivo. Musicista pluripremiato, egli è la punta di diamante di una nuova tendenza del jazz contemporaneo che promette significativi sviluppi per il futuro. (Stefano Zenni da Jazzitalia)

Fonte  http://www.leggimi.eu/quotidiano/musica/7323-jazz-nfall-2010-a-pescara-dal-27-al-29-ottobre.html

Nessun commento: