Rhapsody in blue

lunedì 4 ottobre 2010

Rovigo Jazz Club : Fabrizio Gaudino Quartet

Venerdì,8 ottobre 2010
Locanda Valmolin
Via Marzara,694
Arquà Polesine (Rovigo)
cell.329-0509246
Cena a base di pesce+Concerto : 27 Euro
Solo ingresso+1 consumazione:10 Euro




Fabrizio Gaudino, trombettista dal linguaggio musicale colto e raffinato, dedicherà il proprio personale

TRIBUTO A TONY FRUSCELLA
Aveva un suono di tromba soffice, malinconico, voluttuoso e spesso di sconfinata tenerezza il tormentato Tony Fruscella, oriundo italiano del New Jersey perseguitato dalla sorte fin dalla nascita. La sua storia è un melodramma che farebbe la gioia di uno sceneggiatore di film tragici e lacrimosi. Nato nel 1927, cresciuto all'orfanotrofio, autodidatta, con la musica come unica consolazione, Fruscella a 15 anni studia seriamente il jazz. In piena bebop-era, il sofisticato stilista della tromba suona con Lester Young, Gerry Mulligan, Stan Getz e Brew Moore, rimanendo sempre un "musicista per musicisti". Troppo tardi, nel 1955, registra il primo album a suo nome, che è bellissimo, commovente e fresco di una modernità allora agli inizi. Accompagnano da un affiatato settetto, Fruscella suona con una grazia e un lirismo degni dei Bix Beiderbecke, Chet Baker e Miles Davis d'annata. Ma sfoggia una personalità tutta sua, che avrebbe meritato uno sviluppo più armonico e longevo. Invece, sopraffatto da alcool e droghe, il povero Tony si ammala poco dopo e, a soli 28 anni, sparisce dalla scena del jazz. Sopravviverà solo e dimenticato da tutti fino al 1969, senza ricevere riconoscimenti postumi... Per fortuna c'è questo piccolo capolavoro d'incorrotta purezza.
(Giacomo Pellicciotti, La Repubblica)

Nessun commento: