giovedì 14 dicembre 2017

Jazz for work and study

Tracklist :
Hank Jones - Do Nothing Till You Hear from Me
 Modern Jazz Quartet - Between the Devil and the Deep Blue Sea
 Chet Baker - Darn That Dream
Bob Brookmeyer & Zoot Sims - Lullaby of the Leaves
 George Shearing - Little White Lies
Lennie Tristano, Warne Marsh & Lee Konitz - Wow
Zoot Sims - I Understand
 Gil Evans - Remember
 Phil Yosta - Relax
John Lewis - Three Windows
Django Reinhardt - I Cover The Waterfront
 Charlie Parker - The Gypsy
 Erroll Garner - Jitterburg Waltz
 Gerry Mulligan, Chet Baker & Lee Konitz - These Foolish Things
Sidney Bechet - Au Clair De La Lune
 Harold Land & Clifford Brown - Joy Spring
Stan Getz - Night and Day
 Paul Desmond - I May Be Wrong
Henri Florens - So Soft
 Gerry Mulligan - Soft Shoes
 John Lewis & Bill Perkins - I Should Care
Mal Waldron - Bud Study
 Shorty Rogers - Pirouette
 Charlie Byrd Trio - Nice Work If You Can Get It
 Art Pepper - Birk’s Works
 Walton Ornato - Soft Model
 Les Paul - Begin the Beguine
 Clark Terry - Let’s Cool One
 Thelonious Monk - Reflections
Jimmy Giuffre - Two Kinds of Blues
 Ray Bryant - When Your Lover Has Gone
02:02:04 - Phil Yosta - Cool Piano

lunedì 4 dicembre 2017

Riviera Jazz Records

http://www.rivierajazz.it/


BEGINNIN OF MODERN JAZZ IN MILANO

JAZZ IN ITALY IN THE 40's  and 50's
l jazz italiano o, meglio, il jazz inciso in Italia dal 1912 al 1950, è praticamente sconosciuto. Eppure in quegli anni è stato realizzato, nel nostro paese, un notevole numero di incisioni con musicisti italiani e stranieri.
Quei 78 giri sono ormai divenuti rarità per collezionisti e le matrici originali andate per lo più distrutte sia per gli effetti devastanti della Seconda Guerra Mondiale (non si deve dimenticare che la quasi totalità delle case discografiche si trovavano nel nord Italia, Milano e Torino soprattutto, città duramente colpite dai bombardamenti), sia per l'insipienza di direttori artistici e dirigenti di case discografiche che, successivamente, mandarono al macero un alto numero se non la totalità delle incisioni del periodo 1920-45. Per questo oggi è estremamente difficile avere un panorama esaustivo di ciò che il jazz italiano era in quel periodo. Periodo durante il quale, in Francia, in Gran Bretagna, in Germania, in Olanda, ma anche in altri paesi europei, si rivelavano musicisti di jazz di ottimo livello e di grande ingegno.
Anche in Italia c'erano ottimi musicisti, ma chi se lo ricorda? Quali le testimonianze discografiche? Quei musicisti sarebbero oggi completamente dimenticati se, con un paziente e lungo lavoro di ricerca durato più di trent’anni, non si fosse riusciti a farli rivivere sia attraverso il racconto della loro avventura musicale (“Il Jazz in Italia. Dalle origini alle grandi orchestre" e " Il Jazz in Italia dall'èra dello Swing agli anni Sessanta " di Adriano Mazzoletti – EdT, Torino) sia attraverso il ritrovamento delle loro incisioni.
Con JAZZ IN ITALY, Riviera Jazz Records si dedica alla ripubblicazione dell'Opera Omnia del jazz italiano di quel periodo, realizzando una serie di CD di interesse storico e musicale.


Se si deve indicare una data certa per la “nascita” discografica del jazz moderno in Italia questa è sicuramente il 1949, quando la Durium incise alcuni gruppi sotto il patrocinio degli Amici del Jazz Hot Club Milano.
 Oggi queste incisioni dopo essere state dimenticate, vengono per la prima volta finalmente pubblicate nel 21mo CD della Riviera Jazz Records. Sono incisioni di alcuni fra i migliori musicisti attivi fra la fine degli anni 40 e gli anni 50 nella zona di Milano, i cui nomi è doveroso ricordare. Sono quelli di Glauco Masetti, Rodolfo Bonetto, Giulio Libano, Gianfranco Intra fratello maggiore di Enrico, Piero Umiliani, Franco Pisano, il sassofonista ticinese Flavio Ambrosetti e il team Oscar Valdambrini e Gianni Basso, qui nei loro primi dischi. Con questo CD si colma una lacuna nella storia del jazz italiano che Riviera Jazz Records sta raccontando attraverso le incisioni di quei musicisti che hanno reso popolare il jazz nel nostro Paese e che vengono ampiamente descritte nel libro di Adriano Mazzoletti “IL JAZZ IN ITALIA. DALLO SWING AGLI ANNI SESSANTA” .

Circolo " Lo Spaccone " Padova

Lo Spaccone.NET
Artisti ospitati dal PadovaJazzClub
HALL  OF  FAME 
******

G.B.BIG BAND
Gastone Bortoloso
Stefano Borgo
Pietro Dal Bosco
Paolo Riva
Domenico De Nichilo
Matteo Bocchese
Andrea Vardanega
Pierluigi Verdrasco
Giuliano Ongaro
Simone Silvestrini
Annalisa Bagaggia
Paolo Zanotto
Damiano Parolin
Francesco Todeschini
Chiara Sommadossi
Andrea Bevilacqua
Paolo Frizzon

*****
ALESSANDRO LUCATO 4et
Alessandro Lucato-piano
Ivan Valvassori-contrabbasso
Gianluca Memoli-batteria
Antonio Gallucci-sax contralto
****
GIGI SELLA trio
Gigi Sella-sax soprano e tenore
Massimo Zemolin-chitarra a sette corde
Luca Nardon-percussioni
******
7 febbraio 2007
MACARONI  HOT GANG
Alberto Maria Cipolli-jazz crooner
Fabio Reguzzoni-piano
Giacomo Scanavini-basso tuba
Pietro Valente-batteria
Mattia Martorano-violino
*****
14 febbraio 2007
Paola Casula Jazz Trio
Paola Casula-voce
Franco Lion-contrabbasso
Alessandro Mozzi-piano
******
ENRICO DAL BOSCO 4et
Enrico Dal Bosco-sax contralto
Massimo Niero-chitarra
Otello Savoia-contrabbasso
Max  Chiarella-batteria
*****
CLAUDIO CONFORTO trio
Claudio Conforto-piano
Sebastiano Fischetti-contrabbasso
Pietro Valente-batteria
****
STANDARD JAZZ 4et
Giuliano Perin-vibrafono
Stefano Bassato-chitarra
Giorgio Panagin-contrabbasso
Roberto Facchinetti-batteria 
******
MARCO STRANO 4et
Marco Strano-sax tenore e soprano
Alessandro Mozzi-piano
Franco Lion-contrabbasso
Paolo Balladore -batteria

******
SWING 42
Antonio Lallai-violino
Diego Rossato-chitarra
Andrea Carinato-chitarra
Massimo Valvasori-contrabbasso

*****

GIANNI STEFANI 4et
Gianni Stefani-sax tenore
Antonio Ongarello-chitarra
Stefano Lionello-contrabbasso
Roberto Bullo-batteria

*****
Wonderbrass Dixieland Band
Giacomo Scanavini-basso tuba
Andrea Boschetti-banjo
Andrea Smiderle-tromba
Gabriele Pavani-trombone
Mattia Martorano-violino
*****
HOT BOW trio
Mattia Martorano-violino
Tiziano Negrello-contrabbasso
Andrea Boschetti-chitarra
****
Ilary Barnes-piano
Francesco Giacomelli-contrabbasso
*****
28 FEBBRAIO 2007
MARIA PATTI trio
Maria Patti-voce
Giuseppe Emmanuele-pianoforte
Guido Bergliaffa-contrabbasso
******
Marco Spinetta-chitarra
Michele Boscaro-chitarra
Giorgio Panagin-contrabbasso

****
LUCA MIGLIORINI 4et
Stefania Bille-voce
Sara Rigon-voce
Luca Migliorini-piano
Ken Bailey-sax contralto

*****

LUCIO PAGGIARO 4et
Lucio Paggiaro -piano
Maurizio Scomparin-tromba
Franco Lion-contrabbasso
Paolo Balladore-batteria
******
GIULIA FACCO 4et
Giulia Facco-piano
Enrico Di Stefano-sax contralto
Riccardo Di Vinci-contrabbasso
Thomas Dimasi-batteria
*****
LARA TONELLOTTO 4et
Lara Tonellotto-piano
Nicola Tuzzato-sax tenore e soprano
Giancarlo Tombesi-contrabbasso
Paolo Birro-batteria
*****
THE METRONOMES
Francesco Michielin-voce
Carlo Piccoli-piano e fisarmonica
Stefano Fedato-batteria
******
TEA FOR FIVE 
David Minotti-jazz crooner
Daniele Calore-sax tenore
Alberto Berlese-piano
Nicola Facci-basso
Luca Lazzari-batteria
*****

Jazz Profiles: Shelly's Manne Hole [From The Archives]

Jazz Profiles: Shelly's Manne Hole [From The Archives]: © - Steven Cerra , copyright protected; all rights reserved. Shelly's Manne Hole opened almost 60 years ago and closed the doors ...